> R.N.O. Monte Genuardo e Santa Maria del Bosco Sambuca di Sicilia
R.N.O. Monte Genuardo e Santa Maria del Bosco
R.N.O. Monte Genuardo e Santa Maria del Bosco - 92017 Sambuca di Sicilia

 

 La “Riserva Naturale orientata Monte Genuardo e Santa Maria del Bosco” , ha un'estensione di 2658 Ha, e interessa, nella provincia di Agrigento, il comune di Sambuca di Sicilia ed esattamente nel comprensorio dei Monti Sicani.

All'interno dell'area protetta si trovano diversi ambienti: Monte Genuardo, la zona di Santa Maria del Bosco e la Località Bosco del Pomo, ma tutta la zona, dal punto di vista geologico, è interessata da lenti e imponenti movimenti franosi che, associandosi all'azione di erosione superficiale delle rocce, ha portato alla formazione di immensi blocchi rocciosi e disarticolati, sul più esteso dei quali si ritrova l'insediamento punico di Adranone.

Fa da naturale confine della provincia; le aree boschive artificiali sono caratterizzate da piante pregevoli come la quercia, il pino domestico, il cipresso, l'eucalipto, il leccio, la roverella; mentre il sottobosco è ricco di rovi,, di peonia e di pungitopo.

Riguardo alla fauna, la riserva presenta delle specie di notevole valore naturalistico, un vero e proprio gioiello di biodiversità: diversi esemplari di sorbi, peonia, aceri campestri. Significativa è la presenza del lodolaio, una rara specie di falco. Lungo 38-48 cm, rispetto agli altri falchi ha, in proporzione, la coda più corta. Vive in zone aperte vicine ai boschi e depone le uova in vecchi nidi di corvidi. Va a caccia di uccellini e grossi insetti e somiglia parecchio al falco pellegrino, da cui si differenzia per la livrea.

 La Riserva è in grado di offrire sentieri escursionistici che mermettono di ammirare le ricchezze floro-faunistiche e paesaggistiche: seguendo un percorso tra macchia mediterranea, boschi di leccio e roverella, misti ad orniello ed acero campestre si giunge dopo ampi pianori sino alla sommità di M. Genuardo (1175 m s.l.m). Dalla cima è possibile scorgere in condizioni di buona visibilità un panorama unico che spazia dalla costa meridionale dell’isola all’Etna fino alle montagne dello Zingaro ed i paesi circostanti.

 

Le aree attrezzate demaniali

La riserva è gestita dall’Azienda Foreste Demaniali che ha qui allestito l'area attrezzata Resinata - Lago Arancio. Per raggiungerla, partendo da Sambuca di Sicilia, bisogna seguire la strada in direzione del Lago Arancio e dopo circa 6 Km a destra la strada forestale si addentra nel complesso boscato che porta il nome del Lago. Qui si apre la vista del Lago Arancio e la vista del bosco che ricopre fittamente una delle sponde del bacino. Tra pini ed eucalitti sono stati sistemate diverse infrastrutture: servizi igienici, fontanelle con acqua, punti cottura, un parcheggio e naturalmente tanti tavoli e panche di legno. Per i bambini è sistemato un parco giochi composto da altalene, travi di equilibrio, giostrine, il tutto ben inserito nell'ambiente.

Per Info: Ufficio Provinciale Azienda di Agrigento, via Esseneto, Agrigento tel. 0922.595911. 

 



 


Scheda descrittiva
Raggiungibilità: la riserva si può raggiungere da Palermo o da Sciacca: imboccare la SS 624 (scorrimento veloce Palermo-Sciacca) ed uscire allo svincolo per Sambuca di Sicilia (viadotto n. 25), quindi procedere sulla SP 70 in direzione di Sambuca di Sicilia. Superato il paese, proseguire sulla SP 69 in direzione Adragna.
Notti
1