> Burgio - Burgio
Burgio

 

CITTÀ DI ANTICA TRADIZIONE DELLA CERAMICA

 

 

La cittadina evidenzia le proprie origini saracene nella tipologia della sua struttura urbana. La storia della sua fondazione presenta date piuttosto approssimative. Pare tuttavia che sia stata fondata dopo l’anno 1000 sulle rovine dell’antica città sicana di Scirtea. Successivamente conquistata dai musulmani durante la loro espansione in Sicilia, fu poi ripresa dai Normanni che sconfissero l’emiro Hamud. Con ben 19 chiese e due castelli Burgio possiede un grande patrimonio artistico che specie se messo in rapporto al suo territorio, risulta veramente notevole. 

Il suo territorio ricade nel Parco dei Monti Sicani

 

PRINCIPALI  ATTRAZIONI – COSA VEDERE A BURGIO 

 

L'assetto viario dimostra l'origine medievale del paese, caratterizzato da vie tortuose e strette. Nella parte alta, in via Pozzo Sant'Antonio, sorge la Chiesa Madre dedicata a S. Antonio Abate. Edificata nel sec. XII e ampiamente rimaneggiata nei secoli successivi, l'interno si presenta a tre navate e mostra caratteri cinquecenteschi. Tra le opere meglio conservate, una Madonna col Bambino, di Vincenzo Gagini, 1568, e un bel Crocifisso ligneo del santuario di Rifesi. La Chiesa di San Vito, in piazza IV Novembre,conserva una pregevole statua del Santo del 1552, di Antonello Gagini.

I due castelli di Burgio, quello dei Peralta (XII sec. di certa origine saracena) e dei Ventimiglia ( Castello Cristia) (XIV sec.) sono collocati, il primo nel centro della cittadina e l’altro a circa 10 km dall’abitato. Quest'ultimo si erge su una rocca che domina la vallata sottostante, edificato nel medioevo con la classica architettura da fortezza. Oggi rimangono solo i ruderi ma che ne testimoniano la sua grandezza.

 

 DA NON PERDERE

 

 

♦ Le botteghe dell’artigianato di Burgio 

Qui l'attività artigianale è molto viva ed originale, Burgio vanta l'unica fonderia di campane della Sicilia ed tra le più antiche fonderie di campane d'Italia. La fonderia di Mario Virgadamo è da secoli oramai il punto di riferimento nella produzione di campane in bronzo, l'inizio dell'attività risale addirittura al diciottesimo secolo.

Ma a Burgio esiste anche un'altro tipo di artigianato rivolto alla produzione di originali articoli in terracotta realizzati con metodi particolarmente antichi e le cui origini risalgono addirittura ai tenpi dei coloni greci. 

 

♦ Museo delle Mummie

All'interno del Convento dei Cappuccini, recentemente restaurato, sono state recuperate le mummie insieme a vestiti e monili originari. Una inquietante passeggiata tra scheletri ed arredi funebri risalenti al XVIII ed al XIX secolo, mummificati secondo le tecniche antiche dei frati francescani.

Info: Il museo è visitabile tutti i giorni, domenica compreso, contattando l'ufficio al turismo del Comune di Burgio che potrà disporre anche l'accompagnamento con una guida. Per prenotazioni e informazioni: 0925 65013 - e-mail: comuneburgio. turismo@libero .it

 

 

Museo della ceramica e dell'artigianato

 Allestito all'interno dell'ex monastero dei Padrei Riformati,adiacente alla chiesa di Santa Maria delle Grazie. Per informazioni: E-mail: info@muceb.it - | Tel.: 0925 65052

 

 

DISTANZA DA AGRIGENTO km 65 S.S. 115

Collegamenti autolinee da Agrigento

VEDI LE STRUTTURE COLLEGATE   

Escursioni e servizi

Notti
1