> Agrigento in 1 giorno
Agrigento in 1 giorno

I NOSTRI SUGGERIMENTI SUGLI ITINERARI DI AGRIGENTO E DINTORNI

AGRIGENTO IN 1 GIORNO

Agrigento è una città dalla vocazione storica, architettonica e naturalistica. Si può visitare Agrigento in un solo giorno o si può scegliere di restare più giorni, scoprendola dalle diverse prospettive che offre.

Se vi fermate più giorni potete scoprire gli itinerari di Agrigento in due giorni, Agrigento e dintorni in tre giorni, Agrigento e dintorni in quattro giorni, Agrigento e dintorni in cinque giorni. 

Inoltre si possono fare dei tour lungo la costa orientale ed occidentale

 

AGRIGENTO IN 1 GIORNO: Valle dei Templi e Giardino della Kolimbetra - Centro Storico

Visitare Agrigento per un giorno è l’occasione per vedere e conoscere la sua Valle dei Templi e suo Centro Storico, i monumenti e le sue principali opere storico-artistiche.

 

LA PRIMA TAPPA - La Valle dei Templi SITO UNESCO

In mattinata 

 

La prima tappa del tour è la Valle dei Templi, la sontuosa Valle dei templi dove i mandorli fioriscono già nel mese di gennaio. Unica al mondo, la Valle dei Templi è un'area dove ambiente naturalistico e ruderi archeologici si fondono indissolubilmente. I templi, sono ancora lì, adagiati dopo duemila e cinquecento anni su questa "divina valle degli Dei" e sembrano brillare anche nei giorni più grigi. 

Se soggiornate in città, potete raggiungere la Valle anche a piedi passeggiando lungo 2 possibili percorsi - visualizza la mappa -  dove si passa dalla contemplazione della natura a quella delle bellezze archeologiche che si ergono sullo sfondo. Nessuna fotografia e nessun racconto di chi ci è stato può rendere l’impatto emotivo che suscita la magnificenza dei templi dorici.

Il percorso che qui suggeriamo segue il tracciato di Via Panoramica dei templi. Da qui si raggiunge l'ingresso della Via Sacra ( servito di biglietteria e parcheggio a pagamento orario). Siamo nella parte più alta, ad EST della collina dove erge solitario il Tempio di Giunione.

Proseguendo si giunge al meraviglioso Tempio della Concordia, a nord si trova una necropoli paleocristiana, a ovest sorge la Villa Aurea, che agli inizi del secolo scorso fu dimora dell'inglese Sir Alexander Hardcastle.

La strada in lieve pendio conduce ai resti del Tempio di Ercole, il più antico tra quelli costruiti ad Akragas. Sotto il tempio di Ercole, è possibile vedere la Tomba di Terone. Vi si arriva da sinistra attraverso la porta IV, detta Aurea dai Bizantini.

Proseguendo - attraversando il moderno ponte - si raggiunge la vasta area dei ruderi del grande Tempio del Giove Olimpico con la copia del Telamone o Gigante, posizionato in sito ( l'originale è conservato al Museo Archeologico). Proseguendo poco più avanti, si raggiunge l'area sacra delle Divinità Ctonie. Il Tempio di Castore e Polluce, detto anche dei Dioscuri, è collocato proprio dentro quest'area.

Collocato su un dirupo sull'estremo versante ovest della collina, si trova il Tempio di Vulcano ( raggiungibile dalla Kolimbetra).

Se vuoi approfondire questa tappa clicca qui

 

♦ SUGGERIMENTI- Se venite in estate, vi consigliamo di cominciare la vostra visita alla Valle dei Templi la mattina presto o la sera e si raccomanda di indossare scarpe comode e cappello per proteggervi dal sole. 

 

 

Il Giardino della Kolimbetra. LUOGO DEL CUORE FAI

 

Quello che un tempo era la “piscina degli dei”, il Giardino della Kolymbetra è un angolo di paradiso archeologico e agricolo, un museo a cielo aperto nel cuore della Valle dei Templi.

Ricco di colori e profumi, si esibisce in uno spettacolo senza pari,“Una piccola valle che, per la sua sorprendente fertilità, somiglia alla valle dell’Eden o a un angolo delle terra promessa”, scrisse della Kolymbetra l’Abate di Saint Non nel 1778.

La visita di questo affascinante luogo vi regalerà emozionanti suggestioni e il paradisiaco silenzio che vi regna vi porterà ad immaginare le voci festanti degli abitanti dell'antica e nobile Akragas.

Scopri di più

 

 

LA SECONDA TAPPA - Il Centro Storico

Nel pomeriggio

 

Agrigento racchiude nel suo centro storico tante cose da vedere, camminare attraverso le strade e i vicoli è scoprire pezzi di storia ad ogni angolo.

Prima o dopo la pausa pranzo - prima di addentrarvi nel cuore del centro storico - consigliamo una rilassante passeggiata al Viale della Vittoria – centro città. Qui potete godere di un’incredibile vista panoramica di tutta la Valle con i templi incastonati sullo sfondo azzurro del Mediterraneo. Guardando verso occidente è possibile intravedere la Casa di Pirandello e più oltre Porto Empedocle. Qui, al tramonto, il cielo si infiamma in uno scenario di spettacolare bellezza.

Risalendo verso piazzale Aldo Moro, si incontra il santuario di San Calogero. Attraversata la zona alberata si raggiunge Porta di Ponte da dove ha inizio la Via Atenea, il salotto della città.

Parallela a questa, sulla sinistra, corre la stretta e caratteristica via Pirandello, con la chiesa settecentesca di San Pietro con l'annesso spazio Tenemos per iniziative culturali. Poco più avanti si incontra la Basilica di San Francesco d'Assisi di stile barocco che ospita al suo interno opere del Gaggini e affreschi di Domenico Provenzani. Adiacente alla Chiesa, visibile dal cancello, si può vedere la facciata medievale del Conventino Chiaramontano.

Pochi scalini vi riportano sulla via Atenea.

Imboccando più oltre la via Celauro, si raggiunge la salita che conduce al magnifico Monastero di Santo Spirito.

Percorsa la via Foderà si arriva in piazza Purgatorio. Qui si trovano, l'una di fianco all'altra, l'omonima chiesa, detta anche di San Lorenzo, e la chiesa di Santa Rosalia, entrambe erette nel XVII sec. Nella prima, dalla facciata in stile barocco, il grande portale e le belle colonne tortili, sono custodite vari capolavori di Giacomo Serpotta e della scuola del Gaggini.

Continuando per la via Atenea, dopo piazza Gallo a fianco della settecentesca chiesa di San Giuseppe, si può ammirare l'ex convento dei Padri Filippini, adibito oggi a pinacoteca-museo. Proseguendo si raggiunge piazza Pirandello sulla quale si affacciano il Palazzo Municipale e la Basilica di San Domenico. Nell'atrio del Palazzo Municipale si trova l'ingresso ed il foyer del Teatro Pirandello.

Poco più avanti si raggiunge Piazza Sinatra dove sul lato destro è possibile ammirare come da un grande “balcone” un panorama unico dove è visibile da Est a Ovest la costa agrigentina.

Risalendo in piazza San Giuseppe, sulla destra della chiesa s'inerpica la via Ba- Bac, percorrendola per un breve, si raggiuge Piazza Lena, qui si ammirano dei blocchi di pietra calcarea artisticamente posizionati e disegnati con tema greco dall'artista italo-argentino Silvio Benedicto Benedetto. Prosesguendo per via Matteotti è possibile raggiungere la caratteristica e affascinante chiesa medievale di Santa Maria dei Greci. Eretta sui resti ancora visibili di un tempio greco, dal piccolo cortile d'ingresso è possibile raggiungere, attraversando un corridoio sotterraneo, i resti del tempio.

Percorsa la salita S. Alfonso si giunge in Via Duomo. A pochi metri sulla destra si vede l'antica chiesa dell'Itria di cui oggi rimane solo il pregevole prospetto. Al civico 86 è ubicata la Biblioteca Lucchesiana.

Più avanti trovate il Palazzo Vescovile, qui si consiglia di non perdere di visitare il Museo Diocesano allestito all'interno del palazzo.

Siete ora sul punto più elevato della collina da dove la mole della Cattedrale domina la città dall'alto di due imponenti scalinate di accesso. Purtroppo non è visitabile a causa di gravi problemi di stabilità, causati dallo smottamento del costone.

Ripercorrendo in senso opposto la via Duomo si raggiunge nuovamente la via Atenea.

Il tour termina con una bella passeggiata tra i numerosi negozi, ristoranti, bar e pasticcerie, magari con una sosta, prima di cena, per gustare dell’ottimo gelato, un dolce o un“ pezzo tavola calda“ (arancine, pizzette, cudduruni….) tutto artigianale. 

Se vuoi approfondire questa tappa clicca qui

 

♦ SUGGERIMENTI -  Non perdetevi il Parco in notturna!

Dopo cena ritagliatevi un paio d'ore per visitare La Valle dei Templi di notte.

L'Ente Parco offre a tutti i visitatori della Valle dei Templi la straordinaria possibilità di visitare il sito archeologico in orario notturno. Potrete così godere della splendida atmosfera ricca di fascino e suggestione che solo la Valle dei Templi può ispirare.

Nei giorni prefestivi e festivi l'apertura serale delle ore 19.30 consente la visita fino alle ore 23.00, con uscita dall'area archeologica alle ore 24.00 - Periodo luglio- settembre

Biglietto d'ingresso: Euro 10,00 a persona.

Per l'accesso alle aree archeologiche, se sei in auto, è possibile utilizzare il parcheggio e la biglietteria posta presso Porta V (c/da Sant'Anna ) o la biglietteria posta in prossimità del tempio di Giunone. 

INFO BIGLIETTI //TICKETS, GIORNI E ORARI DI APERTURA/VISITE GUIDATE


Scheda descrittiva
Notti
1